Modena, l’esordio ci ha convinto. Ma si può sempre migliorare

Modena, l’esordio ci ha convinto. Ma si può sempre migliorare

Commenta per primo!

Ammettiamolo, chi si sarebbe aspettato un esordio così brillante? E non parlo solo di risultato, perché comunque non rimanere a mani vuote, contro un Parma in rodaggio e alle prese con una nuova categoria, era un traguardo non semplice ma nemmeno irraggiungibile. Ma, dal punto di vista del gioco, il Modena non ha praticamente mai sofferto i parmigiani e non è poco, visto che sulla carta gli avversari si presentavano con una formazione molto più forte.

I giovani giocatori gialloblu, però, hanno dimostrato una qualità che in certe categorie e in certe partite vale almeno quanto la tecnica: la fame. Il Parma non ha mai avuto tregua e in più occasioni non è riuscito a reggere la grinta e la corsa dei canarini, soprattutto a centrocampo. Proprio in questa zona si sono visti evidenti progressi rispetto all’anno scorso, e un giocatore come Giorico è un lusso per la categoria. Il miglioramento principale però sta nella capacità acquisita di fare da filtro del gioco, cosa che l’anno scorso si vedeva ben di rado.

Vietato però sedersi sugli allori: se una rondine non fa primavera, è altrettanto vero che non basta un buon debutto per ritenersi soddisfatti, e già sabato prossimo i canarini sono attesi da una difficile trasferta a Salò. In attesa degli ultimi movimenti di mercato, la squadra di Pavan ha tanto su cui lavorare. Bisogna infatti migliorare in alcune fasi, come quella realizzativa, sfruttando al meglio il dominio territoriale e le occasioni create. La speranza è di continuare a sorprendere, l’obbligo è di continuare a impegnarsi per farlo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy