Campedelli a TuttoModenaWeb: “Dura con l’Entella, spero nella salvezza. Serve il cuore adesso”

Campedelli a TuttoModenaWeb: “Dura con l’Entella, spero nella salvezza. Serve il cuore adesso”

Domani sarà Virtus Entella-Modena e noi di TuttoModenaWeb abbiamo chiesto l’opinione sul match e sulla situazione canarina all’ex Nicola Campedelli

Domani il Modena avrà il compito di risollevarsi, ma il compito non sarà così semplice visto che sarà ospite di un Virtus Entella in grandissima forma. Noi di TuttoModenaWeb per avere un parere esterno abbiamo intervistato un ex canarino: Nicola Campedelli, in gialloblu dal 2002 al 2007.

L’Entella ha ottenuto 10 risultati utili consecutivi, domani contro il Modena rischia di ottenere l’undicesimo?

“Mi auguro proprio di no per la squadra emiliana. Le due compagini stanno attraversando momenti di forma opposti, così come sono opposte le posizioni in classifica. Non sarà per niente semplice, ma spero proprio che il Modena opponga resistenza e si faccia valere”. 

Troiano, l’ex di giornata, ha detto che se domani arriverà una vittoria allora potranno pensare ai playoff. Sei d’accordo?

“Sicuramente loro ci pensano già ai playoff, a prescindere dal risultato di domani. 10 risultati utili consecutivi denotano un grande stato di forma, non solo fisica però; mentalmente sono forti e sanno che in Serie B ogni partita può essere insidiosa, quindi non abbasseranno la guardia”. 

Nota positiva della sconfitta contro il Trapani: il ritorno al gol di Granoche. Pensi che il “diablo” possa salvare il Modena?

“Il ritorno al gol di Granoche è importantissimo, l’uruguaiano è fondamentale per il Modena: è il giocatore con più qualità, più storia e più gol. Ma ai gialli servono due fattori, uno appunto è la qualità, l’altro è un aspetto mentale: servono guerrieri. In attacco, soprattutto a questo punto del campionato, servono uomini in grado di combattere, che mettano il cuore in campo, cosa che Granoche sa fare molto bene. Per il Modena ora ogni partita è una battaglia, non bisogna lasciare altri punti per strada”.

Giusto scegliere Bergodi al posto di Crespo?

“Io sono dell’idea che non si possa giudicare dall’esterno il lavoro di un allenatore, perchè effettivamente non lo si vede: i risultati spesso non dicono tutta la verità, anzi nascondo il lavoro fatto in settimana, mostrando invece soltanto le carenze. Io quindi non mi permetto di giudicare il lavoro di Crespo. Detto questo, Bergodi è un ottimo allenatore che ha già vissuto la piazza, quindi la conosce bene; può essere importante una figura del suo calibro in questa situazione”. 

Un pronostico per domani?

“Non voglio fare pronostici, posso solo dire che spero in un Modena vittorioso che esca al più presto da questa brutta situazione. I gialli meritano di stare almeno in B, quindi mi unisco ai tifosi canarini e mi auguro che tutto vada per il meglio”.

(foto: tvqui.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy