Capuano: “Il merito è tutto dei ragazzi. La mia permanenza? Non è scontato che rimanga”

Capuano: “Il merito è tutto dei ragazzi. La mia permanenza? Non è scontato che rimanga”

POST PARTITA

L’autore della cavalcata dei canarini, il condottiero Ezio Capuano entra in sala stampa orgoglioso della sua squadra:

“So di aver fatto qualcosa di importante nella storia recente del Modena. Il merito è tutto di questi ragazzi che ho avuto l’onore di allenare. Li ho maltrattati: mai dato un giorni di riposo, allenamenti pesanti. Oggi ci abbiamo creduto, vorrei dire al signore Ugolotti (NDR allenatore Teramo) che se avesse caricato la sua squadra al posto di parlare degli altri forse oggi avrebbe potuto pensare alla salvezza. Nel girone di ritorno, contando da quando sono arrivato, abbiamo una media da quinto posto. Rammarico? Adesso non esageriamo. Il merito è dei ragazzi, perchè io ci ho messo solo un po di esperienza e tattica. Il popolo modenese deve mantenere nel cuore questo gruppo: non ho mai avuto una punta al di fuori di Diop, ho perso Marino, Aldrovandi, Laner. Hanno sofferto e lavorato come degli animali. E’ dall’ 89/90 che non avevo un gruppo di ragazzi con una carica psicologica del genere. Vorrei ricordare anche la prestazione contro il Venezia: rigore negato all’84 a Diop e gol subito al 94. Simile anche contro il Padova in casa quando la partita è stata veramente scippata. Adesso è giusto riposarsi e pensare al futuro. In settimana mi incontrerò con la proprietà, sono fiero ed orgoglioso di questa squadra. Se il Modena potrà confermare un mercato ed una squadra all’apice della Lega Pro potrete contare sulla mia presenza, altrimenti non avrebbe senso rimanere. So di aver fatto bene, forse benissimo: ma ripeto che il merito non è mio ma di questa banda di ragazzini che ho massacrato.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy