IL COMMENTO-Modena-Feralpisalò(4-1): i canarini chiudono in bellezza il 2016

IL COMMENTO-Modena-Feralpisalò(4-1): i canarini chiudono in bellezza il 2016

I canarini calano il poker alla Feralpisalò, la partita termina 4-1 grazie ad una doppietta di Popescu e Basso. Il Modena nonostante le tante assenze porta a casa i tre punti che danno ossigeno alla classifica, anche in attesa dei risultati delle altre.

Il Modena chiude il 2016 in bellezza grazie al 4-1 rifilato alla Feralpisalò, vittoria con così ampio margine che mancava  ai canarini da Crotone-Modena(1-4)  del 29 novembre 2014. Tante erano le  assenze di oggi per squalifica Bajner, Schiavi, Tulissi e Aldrovandi, oltre agli infortunati e con  Ravasi e Diakite non al top della forma. Ottima prova per il centrocampo canarino che sembra aver trovato la quadratura del cerchio, posizionandosi a tre con Laner, Giorico e Remedi, altrettanta sicurezza sembra aver prodotto la difesa a tre, soprattutto a  Popescu, rinato rispetto alle passate stagioni, tanto da aver trovato la doppietta, la prima nella sua carriera da professionista. La gestione Capuano ha portato giovamento a tutti i reparti della squadra, dall’arrivo dell’eccentrico tecnico salentino i canarini hanno segnato ben otto reti, più di quanto fosse stato fatto precedentemente dalla gestione Pavan con solo sette reti in quindici gare. Nota amara rimane l’attacco, ancora a secco dalle sette partite di Eziolino, tra l’altro  buona parte dei membri deve ancora trovare la via della rete, a ricompensare il vuoto è il centrocampo che sta vivendo un momento di straordinaria forma. Buono l’esordio di Remedi,  primo acquisto del mercato di riparazione, questo dimostra che visionando giocatori  provenienti da categorie inferiori o di pari livello si può far bene, senza spendere follie. Altro discorso dovrà essere fatto per l’acquisto di un attaccante che possa garantire almeno una decina di reti, per il quale non si potrà scommettere, come si è già fatto abbondantemente nel mercato estivo. Ai canarini ora rimane più di un mese per lavorare, aspettando anche gli arrivi del mercato e le probabili partenze Capuano avrà l’occasione di allestire la squadra come meglio vorrà. Il tecnico ha già fatto capire in più di un occasione che il modulo fino ad ora schierato, il 3-5-1-1, fungeva esclusivamente come modulo di emergenza, ma non rispecchia l’idea e il modo di gioco di Capuano. Il 3-5-2 con cui il Modena ha concluso il match ha dato un primo assaggio di quello che da gennaio potrebbe essere, cambiando alcuni interpreti, il Modena del 2017.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy