Il Modena affonda all’ultimo posto in classifica

Il Modena affonda all’ultimo posto in classifica

Mantova-Modena finisce 1-0, i canarini escono immeritatamente sconfitti, ma nel calcio si sa conta solo il risultato. Prima sconfitta per la gestione Capuano, mentre il Forlì vince contro la Reggiana e ci raggiunge.

Mantova Modena era una partita fondamentale per entrambe le squadre, perché tutte e due avevano bisogno dei tre punti per uscire dalla zona grigia, alla fine i tre punti sono stati conquistati dal Mantova grazie ad un goal al 69’di Siniscalchi. Analizzare la partita? beh la questione si liquida molto semplicemente dicendo che nel calcio conta solo il risultato, tutto il resto non muove la classifica. Il Modena ha sicuramente messo in campo tutto quello che poteva per portare a casa la vittoria prima, e agguantare il pareggio poi, ma invano, e questa sconfitta non rispecchia sicuramente quanto si è visto in campo. La cura Capuano ha portato sicuramente giovamento alla squadra, in modo particolare ai classe 97′ Schiavi e Tulissi. Il prodotto del vivaio del Novara è senza dubbio fondamentale nella messa in pratica degli schemi ideati dal mister, come lo è altrettanto il bergamasco nel cercare di far salire la squadra. Il Modena rimane il peggior attacco della categoria e come dice brutalmente un detto “non riesce a segnare neanche con la matita”, le palle goal arrivano, ma manca un bomber. E’ inutile continuare a girarci intorno, ormai anche i tifosi sono stanchi, a questa squadra manca un vero attaccante, un giocatore esperto della categoria in grado di assicurarti almeno 10 reti a campionato. Le alternative non sembrano essere tante, o si interviene a gennaio, oppure la strada sembra già essere spianata verso un retrocessione assicurata. I canarini  hanno quasi sempre avuto il pallino del gioco in mano, senza mai riuscire però a fare goal, mentre gli avversari hanno chi riesce a buttarla dentro. Arrivati a questo punto, dopo essere raggiunti dal Forlì grazie alla vittoria contro la Reggiana, agli uomini di mister Capuano non rimane altro che cercare di limitare i danni in attesa di intervenire severamente sul mercato di riparazione. Sabato alle 14.30 arriva il Gubbio e servirebbero tanto i tre punti che mancano da due mesi e mezzo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy