Modena – Ancona: analisi del match e probabile formazione

Modena – Ancona: analisi del match e probabile formazione

Canarini agguerriti dopo le due sconfitte consecutive. Scontro salvezza orfano di Fautario, Remedi e Calapai

Negli ultimo 180′ il Modena non è riuscito a guadagnare nemmeno un punto con un bottino di zero reti messe a segno e 2 al passivo. La sfida di domani contro l’Ancona è una fatidica sfida salvezza con i marchigiani a solo una lunghezza dai padroni di casa (23 e 22 punti), volenterosi di riscattarsi dopo i bocconi amari di Reggio e Macerata. Capuano non è soddisfatto dell’ultima prestazione dei suoi uomini tanto da averli strigliati sia durante il match che il giorno seguente in allenamento. Abbastanza passivo il Modena nei primi 45′ minuti con la vena combattiva targata Capuano spuntata solo quando i gialli erano sotto di un uomo. Fotocopia del derby quando i canarini iniziarono a giocare solo dopo aver subito il gol di Carlini. Non avendo a disposizione molti uomini in attacco e sulle fasce, pare rimandata la scelta del cambio di modulo con la conferma del 3-5-1-1 , esclusi ripensamenti dell’ultima ora. Torna dal primo minuto Milesi, completamente recuperato, mentre dovranno dare forfait RemediCalapai, il primo acciaccato dalla partita contro il Teramo mentre il terzino non sembra aver convinto troppo il mister nelle ultime uscite. Inoltre, il Modena sarà orfano anche di Fautario, espulso nell’ultima sfida, oltre che ai lungodegenti Marino, Osuji e Diakite. Ancona che si è qualificato alla semifinale di Coppa Italia di Lega Pro ma l’ultima vittoria in campionato risale al 30 dicembre 2016 quando sconfisse la Reggiana per 1-0. Coltello tra i denti quindi per gli uomini di Brini i quali arriveranno al Braglia vogliosi di conquistare i primi tre punti del 2017 contro un avversario ostico: i ragazzi di Capuano sputano veleno dopo le due sconfitte e non vedono l’ora di “aggredire” la propria preda davanti alla Curva Montagnani.

Canarini che si schiereranno con il consueto 3-5-1-1 con Manfredini a difesa della porta, trio difensivo composto dai MilesiAmbrosini-Aldrovandi anche se quest’ultimo si gioca la maglia da titolare con Accardi. Non essendoci Calapai sulla corsia di destra, spazio a Basso con Popescu schierato al posto dell’ex Trapani sull’opposta. Giorico, in diffida, giocherà come mediano supportato dalle due mezzali che presumibilmente saranno SchiaviLaner. Giocherà Nolè alle spalle di Diop ma l’ex Reggiana non è più sicuro al 100% della sua maglia da titolare dopo la buona prova di Ravasi nella seconda parte di gara in terra marchigiana.

1557384_Modena

Modena (3-5-1-1): Manfredini, Ambrosini, Aldrovandi, Milesi, basso, Laner, Giorico, Schiavi, Popescu, Nolè, Diop

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy