Modena-Gubbio, le pagelle dei gialloblu

Modena-Gubbio, le pagelle dei gialloblu

Vittoria vitale per il Modena, che finalmente torna a portare a casa i tre punti e può affrontare con qualche pressione in meno le difficili partite contro Parma e Pordenone. Gran parte del merito va all’allenatore Capuano, che è stato in grado di annullare tatticamente la squadra avversaria. Tra i giocatori, molto bene Giorico, Tulissi e Basso. Unica nota negativa l’espulsione di Laner, ingenuo nel ricevere il secondo cartellino.

Commenta per primo!

Manfredini 6: poco impegnato, quando viene chiamato in causa è attento e preciso. In occasione degli unici due veri rischi che corre il Modena, è aiutato dai legni della porta.

Accardi, Aldrovandi (dal 70′ Zucchini), Popescu 6: i tre di difesa, più il subentrato Zucchini, non possono non essere valutati in blocco. Tengono perfettamente la linea difensiva, si concedono pochissime sbavature e impediscono qualsiasi tipo di giocata degli attaccanti avversari. Merito del grande lavoro di Capuano nella coordinazione del reparto e nell’analisi di tutte le situazioni. Il parco centrali del Modena è probabilmente il punto forte della rosa gialloblu, è necessario dunque sfruttarlo al meglio.

Basso 6,5: la cura Capuano lo ha trasformato da oggetto misterioso a giocatore di livello assoluto per la categoria. Gestisce male un paio di contropiedi, ma è utilissimo sia in fase di recupero sia nella costruzione dell’azione. Senza contare che nella rosa gialloblu pochi possono vantare il suo livello tecnico.

Laner 5: è l’unico insufficiente tra i canarini. Non aveva giocato una brutta gara, era stato un po’ statico ma da lui si chiede più esperienza che dinamismo. Ed è proprio per questo che il fallo risulta ancora più inutile, perché commesso da un giocatore esperto come lui.

Giorico 7: è il migliore in campo dei gialloblu. Mai giocate banali, il Gubbio prova a costruirgli la gabbia intorno ma, tra dribbling e aperture sugli esterni, il regista canarino si libera senza troppi problemi. Se la squadra gli gira intorno adeguatamente, la sua indiscutibile qualità emerge. La ciliegina sulla torta è il rigore che apre le marcature, calciato con una freddezza glaciale. È il suo primo gol in maglia gialloblu, e arriva in un momento fondamentale per la squadra.

Schiavi 6: alza il livello tecnico a centrocampo e ringhia su ogni contrasto. Ha le qualità ma gli manca ancora la giocata decisiva.

Minarini 6,5: commette diversi errori, ma ciò non basta per mettere in secondo piano la sua partita di livello in entrambe le fasi. Con un po’ più di convinzione ed entrando ulteriormente nelle dinamiche del ruolo, può diventare un giocatore davvero utile.

Tulissi 6,5: nel primo tempo è il vero e proprio crack della gara. Tante giocate di qualità ma anche tantissimi palloni recuperati, soprattutto in pressing sui difensori del Gubbio. Cala nel secondo tempo ed esce stremato. (dal 62′ Loi 6: gestisce bene diverse situazioni di contropiede e gioca il pallone in maniera intelligente)

Diakitè 6: crea e distrugge, ha tanti spunti positivi ma spreca molto. Il bilancio è comunque positivo perché si procura il rigore e costringe il portiere Narciso agli straordinari. Deve però sbloccarsi. (dall’80’ Besea 6: entra malissimo in partita, perdendo alcuni palloni sanguinosi. Segna però il gol della sicurezza per i gialloblu, e in una giornata di festa tanto basta per la sufficienza)

All. Ezio Capuano 7: è lui il fautore della vittoria gialloblu. Schiera una squadra perfetta per spezzare il gioco del Gubbio fin dal palleggio difensivo e sfruttare le lacune del reparto arretrato umbro. Il risultato è una partita stradominata, in cui un 4-0 non avrebbe fatto notizia. La sua grinta in panchina è pari a quella che imprime alla squadra, i tifosi apprezzano e acclamano. Una figura come lui mancava in questo momento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy