Per il Modena ora due match fondamentali

Per il Modena ora due match fondamentali

La sconfitta di domenica al Mapei Stadium contro la Reggiana non ha permesso ai canarini di uscire dalla zona playout, ma caso vuole che i canarini abbiano subito l’occasione per rifarsi. Nel giro di cinque giorni i canarini affronteranno due sfide fondamentali in ottica salvezza, domani la Maceratese in trasferta e poi domenica in casa l’Ancona, se sapranno cogliere l’occasione  gli uomini di mister Capuano potranno finalmente allontanare la zona rossa. La Maceratese è una squadra ostica, anche se reduce da una sconfitta casalinga contro il Padova, ha dimostrato di avere una difesa difficilmente penetrabile, spetterà dunque a Diop e Nolè riscattarsi dopo un derby che ha visto entrambi poco convincenti. Domani oltre i soliti assenti, Marino, Osuji e Diakite, mancherà anche il giovane Chiossi convocato in Nazionale under18, mentre è da valutare Milesi, ancora non al top della condizione. Sul fronte biancorosso invece si cercherà  di continuare sulla scia dei sette risultati utili consecutivi interrotti dalla sconfitta maturata domenica contro il Padova. Il tecnico Federico Giunti in conferenza:

“Facciamoci scivolare addosso la sconfitta con il Padova così come non ci montiamo la testa dopo le vittorie perché  dobbiamo pensare al recupero con il Modena. Un match che arriva subito e per il quale siamo già carichi. Testa e gambe al confronto di domani. Poi penseremo al Pordenone. Una gara alla volta “.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy