Reggiana-Modena, le pagelle dei gialloblu

Reggiana-Modena, le pagelle dei gialloblu

Derby intenso, con la Reggiana che la spunta grazie alla rovesciata di Carlini. Non una brutta prova dei canarini, che probabilmente meritavano di portare a casa un punto, ma pagano l’approccio non proprio brillante al secondo tempo. Funziona la mediana gialloblu, mentre i giocatori offensivi si sono trovati in difficoltà

Commenta per primo!

Manfredini 6: non può nulla sulla rovesciata di Carlini, per il resto della partita non è mai chiamato ad interventi difficili.

Ambrosini 6,5: ottima partita per l’ex Como, che si rende protagonista di una prestazione concentrata e sicura.

Fautario 6: soffre la fisicità di Marchi, ma tutto sommato la sua prestazione risulta comunque positiva.

Popescu 6: molto bene in fase di recupero, meno buone la spinta e le percussioni

Calapai 6: partita senza lode e senza infamia per l’esterno gialloblu, sicuro in difesa e costante in fase offensiva.

Laner 6,5: l’ex Verona è in forma, e lo testimonia il numero di palloni toccati e recuperi effettuati. Se riesce a mantenere questo dinamismo, si può rivelare l’uomo in più dei gialloblu

Giorico 6: amministra bene il pallone e non sbaglia mai nell’impostazione, ma non riesci a trovare la giocata che cambi la partita

Remedi 6,5: il centrocampista arrivato a gennaio conferma alle sue ottime qualità con una prestazione autorevole. È molto bravo nel recupero del pallone e veloce nel giocarlo. Termina la partita stremato e viene sostituito (dall’82’ Schiavi SV)

Basso 5,5: partita decisamente sottotono per l’esterno, fino ad oggi tra i migliori della gestione Capuano. Non riesce mai a ravvivare l’azione o ad avere lo spunto giusto per fare male (dal 70′ Loi 5,5: ha 20 minuti per provare a incidere ma non li riesce a sfruttare)

Nolé 5,5: cerca spesso lo spunto personale, ma è ben ingabbiato dai suoi ex compagni che gli lasciano pochissimo spazio e non riesce a essere decisivo.

Diop 5,5: non gioca male, ma dà sempre l’impressione di essere un attimo in ritardo rispetto all’azione. Questo può essere dovuto al fatto che è appena arrivato, ma serve che si inserisca al più presto, per essere sempre decisivo come contro il Teramo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy