Sambenedettese, mister Sanderra:”Conosco Capuano, il Modena farà la partita della vita”

Sambenedettese, mister Sanderra:”Conosco Capuano, il Modena farà la partita della vita”

Le parole del tecnico della Sambenedettese, Stefano Sanderra, alla vigilia del match di domani al Braglia ore 14.30, tra i canarini e la sua squadra.

“Siamo nelle ultime partite e le squadre sono tutte affamate di punti; il Modena lo è e, conoscendo l’ambiente, faranno la partita della vita. Ormai siamo alle ultime gare e ciascuna squadra ha i suoi obiettivi. E’ una squadra che sta bene, nelle ultime 4 gare ha collezionato due vittorie e due pareggi, è molto dinamica, anche agonisticamente accentua molto i toni, ed è ben messa; insomma, è un osso molto duro. Bisognerà avere la giusta interpretazione della gara se no si rischia di andar sotto e cercare di sviluppare il gioco offensivo che non riesce ad essere uguale a quello difensivo per mettere in difficolotà le squadre avversarie. Nel tridente offensivo solitamente abbiamo un giocatore più dedito al lavoro di raccordo verso il centrocampo e un altro più offensivo di profondità, infatti per questo molte volte hanno giocato insieme Mancuso e Di Massimo”. Differenze tra il 3-5-2 dell’AlbinoLeffe e del Modena: “L’AlbinoLeffe giocava con un 3-4-1-2; con il Santarcangelo Capuano è partito con un 3-5-2 adattandolo in corso d’opera: ha tolto una mezz’ala e ha messo un altro attaccante, Diakite, spostando il baricentro in avanti mettendo i clementini alle corde. E’ una mossa che potrebbe proporsi in partita anche a Modena e lì dovremo essere bravi a giocare nella porfondità degli esterni, cioè a tenere i loro quinti bloccati, che sono molto dinamici e dotati di grande corsa. Dovremo riproporci bene, tenere il pallone ed andare in profondità con gli esterni per tenere i loro quinti più bloccati e farli attaccare con meno uomini. I nostri centrali avranno degli avversari scomodi e molto fisici, per cui dovranno essere molto bravi a non sbagliare i tempi e a marcarli bene sulle traiettorie dei cross”. Sulla zona playoff: “Dobbiamo fare i punti per entrare nei playoff e dobbiamo farli in ogni partita, il sesto posto è una posizione privilegiata, è un vantaggio molto importante per giocare poi in casa la prima gara. Noi cerchiamo di dare il massimo e vediamo cosa succede. Sappiamo che il Modena è affamato ma noi daremo battaglia dal primo all’ultimo minuto, buttandoci palla su palla. Capuano lo conosco molto bene – dichiara Sanderra – , è un ottimo allenatore e sa motivare tantissimo la propria squadra. Ai ragazzi ho già detto che dovremo essere motivati anche noi perchè abbiamo i nostri obiettivi e combattere. Di Massimo? Ha delle fasi alterne, quando non entra in partita stenta a fare bene e questo non deve succedere. Bisogna essere sempre protagonisti e mai passivi”.

fonte Sambenettese Calcio

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy