Sambenedettese-Modena, le pagelle dei canarini

Sambenedettese-Modena, le pagelle dei canarini

Finalmente i voti possono premiare anche i gialloblu, protagonisti di una gara di personalità e grinta e premiati da un punto che vale oro. Si giocano la palma del migliore in campo Manfredini, Giorico, Basso e… Capuano, in grado di cambiare completamente la squadra in pochi giorni, soprattutto sotto l’aspetto caratteriale. Bene anche tutti gli altri, eccezion fatta per Aldrovandi e Laner, gli unici insufficienti.

Commenta per primo!

Manfredini 7: partita impeccabile, e la ciliegina sulla torta è il rigore bloccato. Dopo un periodo di parziale appannamento (inevitabile, visto l’andamento della squadre), torna a far vedere di essere un lusso per la categoria.

Accardi 6,5: l’attacco della Samb è molto veloce e dinamico, ma lui non lascia spazio agli avversari chiudendo in anticipo ogni spazio. Di testa sono tutte sue.

Aldrovandi 5: alterna buone cose a errori disastrosi che potevano costare molto più caro al Modena. Le responsabilità sono infatti sue sia sul gol che sul rigore. In generale, poi, fatica a contenere i movimenti degli attaccanti avversari.

Popescu 6,5: torna finalmente a giocare nel suo ruolo e si rende protagonista di una gara attenta e sicura. Speriamo che questo voglia dire che non sarà più riproposto come esterno alto…

Calapai 6,5: a giudicare da questa partita, la cura Capuano gli sta facendo molto bene. Non lo avevamo mai visto così propositivo e pericoloso in avanti, e nemmeno così puntuale e preciso dietro.

Laner 5,5: manca ancora il dinamismo minimo per essere sufficiente, ma il miglioramento in fase di possesso e di disimpegno c’è e si vede.

Giorico 7: quando è così in forma, vederlo giocare è uno spettacolo. Coniuga quantità e qualità, garantendo costante equilibrio ma anche una manovra fluida alla squadra gialloblu.

Schiavi 6,5: viene abbassato a centrocampo con il compito di inserirsi in area nelle azioni offensive e dare man forte a Basso sulla fascia. I risultati sono eccellenti, con l’argentino che dimostra una vivacità e una presenza costante nel gioco inedite. Serve anche l’assist per il gol su schema (finalmente uno riuscito…). (dal 78′ Olivera SV)

Basso 7: finalmente dimostra il suo vero valore tecnico con una partita di qualità assoluta. Tante idee sulla fascia destra nel primo tempo e un super gol nel secondo.

Tulissi 6: è fin da subito molto aggressivo sul portatore di palla avversario, ma questo lavoro sfiancante finisce per renderlo meno lucido in fase di possesso. (dal 66′ Loi 5,5: non riesce a sfruttare al meglio la sua velocità e gestisce male un paio di situazioni)

Diakitè 6: finalmente una partita di sacrificio dell’attaccante ivoriano, che compete su ogni pallone con i centrali avversari e spazia lungo tutto il fronte offensivo . Non sarà un fenomeno, ma, se Capuano riuscirà a ottenere sempre questo impegno da lui, può essere un giocatore ben più utile di quello visto finora ad oggi. (dal 90′ Bajner SV)

All. Capuano 7: schiera una formazione semplice, senza voli pindarici tattici o cambi di ruolo improponibili. Il risultato è una squadra molto più aggressiva e determinata, capace di strappare un punto d’oro in una trasferta difficilissima. Se riuscirà a dare questa mentalità guerriera alla squadra per ogni partita, i risultati non potranno che essere positivi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy