Top e Flop – Basso devastante, Popescu bomber inconsueto

Top e Flop – Basso devastante, Popescu bomber inconsueto

Non poteva esserci chiusura di 2016 migliore per il Modena. Goleada netta ed entusiasmante contro un avversario ostico come la Feralpisalò, che all’andata aveva dato più di un dispiacere alla truppa guidata da Pavan.

BASSO

Non poteva esserci chiusura di 2016 migliore per il Modena. Goleada netta ed entusiasmante contro un avversario ostico come la Feralpisalò, che all’andata aveva dato più di un dispiacere alla truppa guidata da Pavan. Al netto delle tante assenze, i gialloblù hanno condotto una gara perfetta sotto tutti i punti di vista, eccezion fatta per il gol (anche un po’ casuale se vogliamo) di Maracchi. Grandissima parte del merito va ad Ezio Capuano, arrivato all’ombra della Ghirlandina con una fama non proprio eccelsa, che giorno dopo giorno si sta rivelando sempre di più fasulla. L’ex tecnico dell’Arezzo è un motivatore straordinario e un ottimo tattico, qualità che ricordano, con le dovute proporzioni, il mister del Chelsea Antonio Conte. E, guarda un po’ il caso, Conte ha iniziato la sua carriera di allenatore proprio all’Arezzo…

TOP

Basso E’ tra gli elementi che ha beneficiato maggiormente della “cura” Capuano. Fino a poche settimane fa era un oggetto misterioso tendente al dannoso (vedesi la sciocca espulsione di Padova). Nelle ultime sei gare ha segnato tre reti (capocannoniere della squadra) ed è stato quasi sempre il migliore in campo, una mina vagante assolutamente imprendibile per gli avversari. Ieri ci hanno provato prima Allievi poi Luche, ma l’ex esterno del Trapani è risultato imprendibile per chiunque. Un colpo da biliardo di esterno destro in occasione del primo gol, un’autentica perla di rara bellezza per la seconda rete.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy