Cagliari, oggi in Consiglio comunale si discute sullo stadio

Cagliari, oggi in Consiglio comunale si discute sullo stadio

Gli isolani presenteranno in Consiglio comunale il progetto relativo al nuovo impianto

Il presidente della Lega B Andrea Abodi e il Cagliari calcio in campo per il nuovo stadio di Cagliari. Questo il comunicato dei sardi: “Martedì 5 aprile 2016 dalle ore 17 nel corso del Consiglio Comunale di Cagliari verrà discussa e, auspichiamo, approvata dai Consiglieri la dichiarazione di pubblico interesse della proposta presentata il 2 dicembre 2015 per la realizzazione del nuovo stadio di Cagliari. A seguito dei pareri favorevoli già ricevuti in sede di “Conferenza di Servizi” e dopo aver raccolto unanimi consensi a livello nazionale e internazionale, a partire da entusiastici commenti dal mondo sportivo, il progetto del nuovo stadio passa ora al voto del Consiglio Comunale. La pronuncia sulla dichiarazione di pubblico interesse – che ai sensi della Legge 147/2013 deve essere resa entro 90 giorni dalla presentazione della proposta – costituisce un passaggio dovuto e vincolante dell’iter autorizzativo che porterà alla realizzazione dello stadio, vera pietra miliare nella storia ormai pressoché centenaria del club rossoblù. Un successo per la città di Cagliari, un vanto per i propri Tifosi e per tutta la Sardegna”. Anche il presidente Abodi è intervenuto alla vigilia della votazione in Consiglio comunale: “Il Cagliari Calcio, con il supporto tecnico di B Futura, ha concepito questo progetto di concerto con le Istituzioni sin dalla sua prima elaborazione, rispondendo prioritariamente alle esigenze del territorio, con l’obiettivo di inaugurarlo nella primavera 2019. Oggi il compito al quale è portato il consiglio Comunale di Cagliari rappresenta un momento storico per tutta la comunità sarda, ma ha anche un’importante valenza nazionale. Sarebbe approvato infatti il primo progetto di riqualificazione di uno stadio in Italia utilizzando la Legge sull’Impiantistica Sportiva approvata dal Governo a fine 2013. Un segnale forte per un Paese che vuole e deve rinnovare le proprie infrastrutture, con l’auspicio che possa essere un ulteriore stimolo anche per gli altri progetti che B Futura sta sviluppando con le Amministrazioni Comunali e i Club di Pescara, Avellino, e a breve anche Crotone e Como.” 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy