Caliendo: “Basta parlare di salvezza. Giovedì ci sarà un maxischermo per il derby”

Caliendo: “Basta parlare di salvezza. Giovedì ci sarà un maxischermo per il derby”

Abbiamo intervistato Antonio Caliendo al termine di Modena-Juve Stabia. Queste le sue parole:

Oggi c’è sicuramente molta soddisfazione per questa vittoria e per questo ottavo posto

“Questo non è altro che il  risultato del lavoro che il Modena sta facendo soprattutto in questo girone di ritorno.  Questo ottavo posto ci premia di tutti gli sforzi. La strada è ancora lunga, ma i giocatori sono consapevoli della loro forza e tra loro c’è comunque la consapevolezza che non si sono fatti mettere mai sotto da nessuno non hanno intenzione di farsi mettere sotto”.

Quindi da questa sera smetterete di pensare alla salvezza

“Parlare di salvezza ad otto giornate dalla fine con 48 punti sembrerebbe troppo riduttivo. Abbiamo da giocare due scontri diretti e vogliamo onorare quelle che sono le nostre opportunità e lo faremo. Stasera ho visto che i ragazzi sono tranquilli, consapevoli e sappiamo di avere un allenatore che non smette mai di essere soddisfatto”.

Novellino era stato messo  in discussione dai tifosi quando la squadra non stava dando i risultati attesi, ma voi l’avete sempre difeso con coraggio. Probabilmente in altre piazze sarebbe stato esonerato…

“Chi mette in discussione Novellino non può parlare di calcio. Io dissi, in momenti difficili, quando tutti lo condannavano, che avrei cambiato 22 giocatori piuttosto che l’allenatore. Io sapevo quello che facevo, conoscono bene Walter da quando era calciatore e ho apprezzato innanzitutto l’onestà e conosco la sua serietà professionale. Ce ne sono pochi di uomini come lui nel mondo del calcio. Ha anche lui i suoi difetti, ma noi lo appreziamo così com’è”.

Giovedì si va al Cabassi per il derby. Quali sono le sue aspettative?

“La partita di andata mi è rimasta abbastanza ‘storta’ tanto è vero che l’ho rivista altre due volte per vedere che cosa avevamo sbagliato. Dal punto di vista del gioco non c’era nulla da rimproverare; noi non non temiamo nessuno e dobbiamo dare a Cesare quel che è di Cesare: i risultati parlano chiaro. L’unica che ci ha messo sotto è stato forse il Trapani. Per il resto abbiamo lasciato per strada otto punti, ma senza scandali. Ditemi voi se con questi risultati non dobbiamo guardare al futuro con più serenità”.

Si è parlato tanto di questo derby e dell’opportunità di giocarlo al ‘Braglia’, invece che al ‘Cabassi’…

“Il ‘Cabassi’ è uno stadio che sta stretto al Modena. Ma posso dire a tutti i tifosi che non hanno potuto comprare un biglietto che forse sono stati fortunati, perché stiamo organizzando maxischermo in piazza Grande per poter proiettare la partita. In questo momento dobbiamo stare tutti uniti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy