Modena-Lumezzane, le pagelle dei gialloblu

Modena-Lumezzane, le pagelle dei gialloblu

Commenta per primo!

Manfredini 6: una bella parata prima di subire il gol del pareggio (su cui non ha colpe). Per il resto rischia su qualche uscita, ma non è mai veramente chiamato in causa.

Accardi 5: è lui a commettere l’errore decisivo per il gol del Lumezzane, lasciandosi goffamente anticipare da Leonetti. È forse l’unico ad aver subito l’effetto Capuano al contrario, peggiorando dall’arrivo del tecnico salernitano.

Milesi 5,5: sbaglia poco dietro, ma anziché giocare palla a terra preferisce cercare lanci lunghi senza senso.

Fautario 6: subisce tanti colpi, ma lotta come un gladiatore e alla fine non sfigura. Dalle sue parti il Lumezzane crea poco se non nulla.

Basso 6: davanti a sé ha le praterie, ma viene servito raramente e male. In apertura di secondo tempo sfiora il 2-0, dopodiché viene sostituito. (dal 52′ Calapai 5,5: approccio confusionario, rallenta ogni pallone che gestisce. Mezzo voto in più per la conclusione tolta dal sette da un miracolo di Pasotti)

Laner 6,5: grazie a tecnica ed esperienza riesce a spiccare tra tutti gli altri centrocampisti, sia compagni che avversari. È anche uno dei pochi che non smette di giocare dopo il vantaggio. (dal 67′ Remedi 6: entra bene in partita, recupera e gioca con qualità un buon numero di palloni)

Giorico 5: uno dei grandi assenti di giornata. Se il regista della squadra comincia a lanciare palloni avanti a caso, è inevitabile che il gioco ne risenta. Non è né preciso nè solido come suo solito, ma deve riprendersi in fretta perché il Modena ha bisogno di lui come del pane.

Schiavi 6: vivace e propositivo, ma non riesce mai a trovare la giocata veramente decisiva.

Popescu 7: un treno sulla sua fascia. Tutti i pericoli che il Modena riesce a creare arrivano dalla sua parte. Dimostra uno strapotere fisico e tecnico rispetto agli avversari, che spesso non trovano modo di fermarlo se non la trattenuta (mai sanzionata però…). Forse è esagerato dire che potrebbe giocare anche in serie A, ma senza dubbio è uno degli esterni migliori della categoria.

Nolé 4: tocca pochi palloni, e quei pochi li perde o li gestisce male. Prestazione superficiale e svogliata, proprio quando sarebbe servita una sua giocata per chiudere la partita. (dall’80’ Loi 4,5: dimostra più vivacità di Nolé, ma spreca due occasioni colossali. Quel tiro svirgolato allo scadere del recupero è qualcosa di orribile)

Diop 6,5: subito il gol da rapace d’area, poi prova a fare a sportellate ma il pallone gli arriva con il contagocce. È un attaccante di un altro livello rispetto agli altri in rosa, e se Capuano dice che per il Modena è come Ibra, forse tutti i torti non li ha…

All. Capuano 5: stavolta la squadra che scende in campo non è composta da scrofe assatanate. Non riesce a dare la spinta alla sua squadra, che si adagia sugli allori e alla fine viene (giustamente) punita. Riguardo ai cambi, discutibile la scelta Calapai-Basso, mentre per il resto la panchina è quella che è…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy