Modena-Parma, il commento sugli ospiti

Modena-Parma, il commento sugli ospiti

Manovra lenta e prevedibile, atteggiamento rinunciatario: non può essere questo il Parma che punta alla promozione. Analizziamo i principali difetti mostrati dalla formazione crociata.

Commenta per primo!

Una squadra piuttosto arrendevole, che sopratutto a centrocampo non ha retto la fisicità degli avversari e che in più occasioni ha rischiato di passare in svantaggio. Il Parma di questa prima uscita è sicuramente bocciato, serve tutt’altro spirito per affrontare un campionato lungo e tosto come la Lega Pro. La difesa è il reparto che è apparso migliore, soprattutto centralmente dove Coly e Lucarelli hanno dimostrato di essere un’ottima coppia, tuttavia manca il giocatore che possa avviare l’azione da dietro. A centrocampo sono da sistemare lacune sia in interdizione che in impostazione: troppo facilmente i canarini hanno preso il controllo della zona nevralgica del campo. Davanti Evacuo è un gran centravanti, ma, se non viene servito ed è costretto a giocare solo di sponda, è sprecato. L’altro pezzo da novanta in attacco, Calaiò, è partito dalla panchina e una volta subentrato non ha creato alcun pericolo. Tutto sommato la squadra crociata, per come si era messa la partita, può essere soddisfatta di aver portato a casa almeno un punto, ma servirà ben altro per dimostrare di essere la corazzata del girone.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy