Modena-Ternana: l’analisi del match

Modena-Ternana: l’analisi del match

A cura di: Andrea De Carlo

Il Modena conquista un pareggio in “zona Canarini” e porta a casa un punto in una gara dalle grandi e palpitanti emozioni. I canarini si schierano con la coppia Babacar-Granoche in avanti, mentre gli ospiti lasciano ad Antenucci e Litteri l’incombenza di trafiggere Pinsoglio. Sono i gialli ad avere la prima chance di passare, con Granoche che incorna di testa, mandando la sfera di poco a lato. Di occasioni non ve ne sono molte, ma le due squadre giocano a viso aperto per tutta la prima frazione. Al 30esimo é di nuovo “el diablo” a sfiorare il gol, sempre di testa, sempre indirizzando la sfera  fuori dallo specchio. La prima frazione si chiude dunque sul parziale di 0-0. Nella ripresa é nuovamente Granoche a mancare l’appuntamento col gol. Garofalo scodella in mezzo il pallone, Brignoli esce a vuoto e “el diablo”, con un’incornata a porta sguarnita, non riesce a piazzare adeguatamente la sfera, indirizzandola in bocca al rientrante estremo difensore umbro. Dopo queste tre occasioni malamente sprecate dal bomber ex Chievo, sembrava che la palla fosse destinata a non entrare; invece, al 67esimo, é proprio la punta a portare in vantaggio i suoi, insaccando da due passi. Nemmeno però il tempo di esultare che la Ternana pareggia. Un minut dopo, infatti, Miglietta scarica un destro dalla distanza, riportando il match nuovamente in equilibrio. All’80esimo ecco l’episodio più dubbio della partita: il direttore di gara Borriello fischia un penalty a favore degli umbri causa un presunto fallo in scivolata all’interno dell’area di rigore da parte di Zoboli. Antenucci realizza dal dischetto e ribalta il risultato. Non é però finita qui, perché solamente due minuti dopo (come successo in occasione dell’1-1 delle fere) Bianchi in scivolata batte Brignoli e porta il risultato sul 2-2. Tenetevi pronti: il finale é degno dei migliori film d’azione. Al 93esimo Alfagheme trova una deviazione vincente e batte Pinsoglio, facendo ovviamente prevedere un finale negativo per gli uomini di Novellino. Il Modena però non si arrende e, al 95esimo, a tempo praticamente scaduto, viene assegnata una punizione dal limite ai canarini e Mazzarani si inventa uno straordinario tiro a giro alla Pirlo, regalando un pareggio in extremis ai suoi, che, nonostante tutto, sa molto di vittoria. Inutile scriverlo ma impossibile ometterlo: fino alla fine avanti gialli!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy