Verso Carpi-Modena: l’analisi del derby di andata

Verso Carpi-Modena: l’analisi del derby di andata

A cura di Andrea De Carlo

Lo volevamo, lo cercavamo, lo aspettavamo ed ora è qui, è arrivato: un solo giorno separa il Modena dalla rivincita personale più attesa della stagione. La gara di andata ha lasciato molto amareggiato l’ambiente modenese che, ora, visto anche questo sogno play off ad occhi aperti, ha voglia di prendersi i tre punti e continuare a sperare, a crederci.  Nella gara di andata della 14esima giornata, il Carpi, come noto, ha vinto il derby battendo di misura il Modena. Ma riviviamo insieme le tappe, gli sviluppi di quella gara del 17 novembre. I canarini si portano in vantaggio al nono minuto con Mazzarani, abile a sfruttare un’ingenuità di Nocchi. Il pareggio del Carpi arriva su penalty, dopo un fallo di Calapai per trattenuta su Di Gaudio in area di rigore gialloblù. Sgrigna batte Pinsoglio dal dischetto e porta il risultato sul parziale di 1-1. Prima della fine della prima frazione, ecco il ribaltone del Carpi: Romagnoli svetta di testa su corner e segna la rete del sorpasso. Si va al riposo dunque sul risultato di 1-2. Dopo 20 minuti dall’inizio del secondo tempo, la squadra ospite si porta sul 1-3. Concas insacca nuovamente da corner. La “pratica tre punti” sembra ormai chiusa, ma i canarini riaprono tutto a due minuti dalla fine. Babacar trafigge Nocchi e illude i padroni di casa. Purtroppo i gol di Mazzarani e del bomber senegalese non bastano al Modena, che perde così il derby. Ora però sarà un’altra partita, in un altro stadio e, soprattutto, in un altro scenario. Uno scenario che sa di gioia, sa di rivincita: sa di vittoria.   

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy