Perugia, Pizzimenti: “Modena buona squadra: è una partita delicata”

Perugia, Pizzimenti: “Modena buona squadra: è una partita delicata”

Il direttore sportivo del Perugia,  Marcello Pizzimenti, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match: “La gara di domani (oggi ndr), per la società e il gruppo, ha un valore importantissimo: vogliamo consolidare questo momento buono, una situazione bella che si sta costruendo. Sappiamo che sarà una gara molto delicata. Partita delicata perché veniamo da un buonissimo momento, ma non sarà facile tenere sempre gli stessi ritmi, non solo fisici ma anche mentali. Sarà una prova di maturità per capire cosa vuole la squadra. Vorrei vedere veramente il gruppo se ha assunto la mentalità del secondo tempo di Avellino. Occorrerà ripetere la prestazione del secondo tempo contro gli irpini e darebbe un grande segno di maturità; ma sarebbe importante anche per l’umiltà, perché sennò rischiamo di diventare più leziosi e perdere di vista l’obiettivo. Sarà difficile perché abbiamo una squadra di fronte, il Modena, che non merita il posto in classifica: è una squadra di tutto rispetto, con giocatori importanti. Granoche e Stanco sono due attaccanti importanti per la categoria, il Modena sarà un avversario che verrà al Curi con il dente avvelenato, sia per il suo andamento e per le sue aspettative. Avrà sicuramente un atteggiamento che vuole raggiungere il risultato a tutti i costi, con giocatori di qualità. Il Perugia dovrà fare le buone partite disputate fino ad ora. Sarà, come sempre, fondamentale l’apporto dei tifosi: con loro c’è ancora maggiore energia, con loro c’è maggiore spinta in campo. Il cambio di modulo ha giovato alla squadra: sicuramente è stato importante trovare la sua identità, per il mister soprattutto: ha da sempre cercato di amalgamare un gruppo nuovo, che ora è capace di metabolizzare i suoi imput. Queste gare diventano importanti anche per noi società per capire dove intervenire e dove migliorare, alla luce di questo modulo scelto dal mister. Adesso però dobbiamo pensare alla gara di domani (oggi ndr) che è fondamentale. Dobbiamo continuare a migliorarci e riuscire a migliorare l’andamento dello scorso anno, dove a fine girone di andata eravamo a ridosso della zona playoff. Riuscirci sarebbe un buon risultato. Ma dobbiamo sempre considerare che il campionato di serie B è molto lungo, nelle 42 partite ci sono varie fasi, e lo scorso anno lo dimostra. Non ne faccio ora una situazione di classifica, ma la gara di domani servirà a capire lo stato mentale della squadra, se può essere un segno di forza per il gruppo. Dipende da loro il risultato, perchè il mister li allena al massimo in settimana: dipende da chi gioca, da chi scende in campo, e sarà utile per testare la tenuta mentale dei giocatori.” A riportarlo Perugia24.net.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy