PAGELLE| Luppi FE-NO-ME-NA-LE! Grande partita per tutta la squadra!

PAGELLE| Luppi FE-NO-ME-NA-LE! Grande partita per tutta la squadra!

Si chiude un 2015 con il Modena che stende la terza classificata Novara dopo una prestazione da grande squadra. Probabilmente è la partita migliore di quest’anno da parte degli uomini di Crespo e da anni non si vedeva un bel gioco al Braglia come dimostrato oggi dalla formazione canarina che è riuscita a nullare la squadra piemontese proveniente da sette risultati utili consecutivi. Canarini che si possono godere le vacanze invernali uscendo dalla zona play out e portandosi in tredicesima posizione con 24 punti a pari-merito con Ternana e Pro Vercelli (+4 dalla zona retrocessione diretta con sette squadre che galleggiano in un limbo di 4 punti). Straordinaria prestazione di tutta la squadra ma in primis di Davide Luppi, autore delle sue due prime reti in campionato con la maglia gialloblu. Soddisfazione anche per Stanco che segna il gol del momentaneo 2-0.

 

PROVEDEL 7: Compie due parate di grande classe prima su Galabinov e successivamente su Rodriguez nei primi quindici di gara mantenendo così la porta canarina inviolata. Nelle uscite si fa trovare sempre preparato dimostrando una sicurezza vacillante ad inizio campionato. Leggerezze in alcuni rinvii ma è un problema tranquillamente limabile. Se è stata subita una sola rete nelle ultime tre partite e anche merito suo.

CALAPAI 6: Comincia male il primo tempo perdendo tante volte il suo uomo da marcare sulla fascia ma riesce a spingere maggiormente con il passare dei minuti. Dal suo destro nasce il cross dal quale Luppi trova la rete del vantaggio.

MARZORATI 6,5: In difesa sta tornando una sicurezza dimostrando di avere tutte le qualità per essere tra i titolari indiscutibili. Pasticcia in alcuni casi non capendosi con Gozzi ma riesce sempre a risolvere in un qualche modo. Sfiora un gol di tacco che avrebbe fatto impazzire il Braglia.

GOZZI 7: Che dire, ormai è diventato l’uomo chiave di tutta la squadra. Pulito e impeccabile negli anticipi, riesce a smorzare insieme al suo compagno di reparto un gigante come Galabinov. Dopo l’errore di Pescara si è messo in mostra nuovamente come il vero leader della squadra; pensare che ad inizio stagione era relegato in panchina… Roba da matti!

RUBIN 7: E’ tornato il Rubin dei vecchi tempi, il solito pendolino che corre per tutta la fascia dimostrandosi decisivo in fase di difesa e recupero ma anche altrettanto concreto in fase realizzativa sfiorando il gol nel secondo tempo (deviato da Stanco) ma soprattutto servendo l’assist al bacio per il Pavullese. Gioca già da un paio di partite con delle microfratture alla mano e probabilmente nei prossimi giorni si dovrà operare.

GIORICO: 6,5: Si fa trovare sempre pronto in ogni evenienza. Preciso e concreto soprattutto in fase di recupero di palla dove, grazie alla sua stabilità fisica, riesce a proteggere egregiamente il pallone. Le sue smorzate mettono in difficoltà i giocatori avversari e alimentano le ripartenze canarine. In alcuni casi compie alcune ingenuità evitabili.

SAKAJ (68′): 6:  Quando entra in campo il Novara è veramente poca roba ed è l’occasione buona per dimostrare le proprie qualità. Non si capisce perfettamente con i compagni ma da il massimo sfiorando il gol sia in un 1 vs 1 contro Da Costa che chiude in angolo e successivamente con un colpo di testa ribattuto dalla difesa.

GALLOPPA 6,5: Fisicamente non è ancora al top ma se riesce a dare già questi risultati in condizioni non ottimali, figuriamoci quando il fisico sarà al meglio. La sua classe in mezzo al campo si sente, soprattutto grazie ai lanci in profondità sulle fasce e al giropalla insieme al compagno di reparto.Se ritorna in forma non ce n’è più per nessuno.

BENTIVOGLIO 7:  Probabilmente il migliore del centrocampo sia per qualità ma anche per quantità. Il cerchio della mediana è di sua proprietà. Si trova alla perfezione sia con Galloppa ed anche l’intesa con Luppi è in crescita. Manda più volte in porta i due esterni con passaggio al bacio che trafiggono la retroguardia avversaria. Acquisto più che azzeccato!

NARDINI 6,5: Che dire, non c’è Nardo senza Modena, non c’è Modena senza Nardo. L’anima che ci mette per la squadra è più unica che rara: corre su tutta la fascia, pressa i giocatori e si sacrifica in fase difensiva. E’ la scoperta di questa stagione, basti pensare che nelle prime giornate era relegato in tribuna…

NIZZETTO (88 S.V) Entra quando ormai la partita è agli sgoccioli.

STANCO 7: Con il gol di oggi si porta a 4 in campionato diventando il giocatore canarino più prolifico di questa metà stagione. Spizza tutti i palloni alti dimostrandosi un vero e proprio lottatore. La difesa del Novara non riesce a rubargli palla dai piedi consentendo così alla squadra emiliana di portarsi in zona d’attacco. Sfonda la porta con un colpo di testa sovrastando il difensore piemontese e portando il risultato sul 2-0. Avanti tutta!

LUPPI 8: Come dice il vecchio proverbio “Il Lupo perde il pelo ma non il vizio”. Era da tanto tempo che il gol era nell’aria e finalmente oggi non ne è arrivata una sola rete ma bensì due! Partita di altissima intensità e livello soprattutto grazie alle estenuanti corse sull’esterno d’attacco che hanno mandato più volte in panico la difesa azzurra. Dopo il primo gol si sblocca psicologicamente e dimostra tutte le qualità delle quali è dotato. E’ determinante anche nell’azione del secondo gol servendo con un colpo di tacco la palla per il cross di Rubin finalizzato da Stanco ma il top arriva nel finale: dopo 50 mt di palla al piede riesce a scartare metà difesa e ad infilare per la seconda volta Da Costa con un bel diagonale ad incrociare. Oggi è stata la svolta tanto voluta dal ragazzo e dalla tifoseria… Che partita!

 

foto: Modena Football Club 1912

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy